Home Articoli L'Unione europea modifica la direttiva 2011/96/UE concernente il regime fiscale comune applicabile...

L'Unione europea modifica la direttiva 2011/96/UE concernente il regime fiscale comune applicabile alle società madri e figlie di Stati membri diversi

463
0
CONDIVIDI

Direttiva (UE) 2015/121 del Consiglio del 27 gennaio 2015, che modifica la direttiva 2011/96/UE concernente il regime fiscale comune applicabile alle società madri e figlie di Stati membri diversi 

IL Consiglio dell’Unione europea, deliberando secondo una procedura legislativa speciale, ha adottato la direttiva (UE) 2015/121 del Consiglio del 27 gennaio 2015, che modifica la direttiva 2011/96/UE concernente il regime fiscale comune applicabile alle società madri e figlie di Stati membri diversi, ed ha stabilito il termine di recepimento della stessa alla data del 31 dicembre 2015.

Il testo approvato mira ad includere una norma minima comune antiabuso nella direttiva del 2011, per garantirne una maggiore coerenza nella applicazione negli Stati membri. Invero, la direttiva 2011/96/UE del Consiglio esenta dalle ritenute alla fonte i dividendi e altre distribuzioni di utili pagati dalle società figlie alle proprie società madri ed elimina la doppia imposizione su tali redditi a livello di società madre. Taluni Stati membri applicano disposizioni nazionali o convenzionali volte a combattere l’evasione fiscale, la frode fiscale o le pratiche abusive. Tuttavia, tali disposizioni sono concepite per riflettere le specificità del sistema fiscale di ciascun Stato membro ed hanno diverso grado di rigore. Altri Stati membri, invece, non hanno alcuna disposizione nazionale o convenzionale per la prevenzione dell’abuso. L’Unione intende, quindi, garantire che i contribuenti rientrino nell’ambito di applicazione della direttiva 2011/96/UE e non abusino della stessa.

Per il testo integrale della direttiva, clicca qui